Formula 1 news, la storia, le news, i gran premi. Formula1News.it

@Ticket on-line

© Mario Gaiba . All rights reserved. I contenuti non originali appartengono ai legittimi proprietari.

Homepage Mappa sito Gran premi 2017 Team e Piloti 2017 Storia Albo d'oro Miti Altri anni Video Senna
Condividi

Aggiungi ai preferiti


Le wing-car.

Nel 1978 Andretti viene affiancato alla Lotus da Ronnie Peterson in sostituzione di Gunnar Nilsson affetto da un tumore che presto lo avrebbe condotto alla morte. Peterson entra alla Lotus con un ruolo di supporto, nella speranza di rimettere in piedi la propria carriera dopo il disastroso periodo con la Tyrrell. Per il 1978 la Lotus impiega ora il nuovo modello 79 con scomparti laterali che possono essere modificati a seconda delle condizioni del tracciato. In tutto, la Lotus quell'anno vince otto delle sedici gare complessive con sei vittorie per Andretti e due per Peterson. Ulteriore novità del 1978 era la squadra Arrows composta da Alan Rees, Jackie Oliver e l'ex- designer della Shadow Tony Southgate. Anche nel loro caso si tratta di una macchina alata ma con alcune differenze di linea negli scomparti laterali. La Ferrari, con i suoi nuovi pneumatici Michelin riesce ad agguantare più di una vittoria ma la macchina che in assoluto colpisce di più quell'anno è sicuramente la Brabham-Alfa BT46 con ventola posteriore per l'aspirazione dell'aria dal fondo della macchina. La macchina fa sensazione al Gran Premio di Svezia dove riesce a portare a casa una vittoria molto convincente. I festeggiamenti nella squadra Brabham dureranno poco poiché la macchina viene esclusa poco dopo. Il 1978 è l'anno in cui un pilota americano riesce a conquistare il titolo di Campione del Mondo per la seconda volta nella storia; titolo che per Andretti resterà per sempre segnato dalla morte del suo compagno di squadra Ronnie Peterson a Monza.
Con una decisione che avrebbe presto rimpianto, Carlos Reutemann lascia la Ferrari per andare alla Lotus. Viene così sostituito da Jody Scheckter che si troverà in squadra con Villeneuve. John Watson lascia la Brabham per andare alla McLaren ed il suo posto viene affidato al promettente brasiliano Nelson Piquet. La guerra tra Michelin e Goodyear è tuttora in corso. Poiché la Michelin rifornisce solamente Renault e Ferrari il loro compito è infinitamente più semplice di quello della Goodyear. Sempre più squadre provvedono ad adattare le linee delle proprie macchine a quelle della macchina alata; con pneumatici più morbidi le macchine migliori riescono ad ottenere una rigidezza in curva superiore ai 3g in confronto ai valori di 1g dei primi anni sessanta e di 0,6 - 0,7g delle ultime vetture a motore frontale negli anni cinquanta. La Lotus esce con la Type 80 che però si rivela un vero disastro, e così ripiegano sulla Type 79 dell'anno precedente. Come l'anno precedente era stata una stagione da record, questa sarebbe stata per la Lotus una stagione in tono minore e l'inizio di un lento ma inarrestabile declino della famosa scuderia britannica. La nuova Williams FW07 guidata da Alan Jones e da Clay Regazzoni si dimostrerà erede di diritto della Lotus 79. Ligier aveva deciso per un motore Ford-Cosworth DFV invece del motore Matra V12. La loro macchina si dimostra particolarmente adatta nei percorsi tortuosi. La BT48 della Brabham è molto veloce nelle mani di Lauda e Piquet ma problemi meccanici continueranno ad affliggere la squadra per tutto l'anno, ad eccezione della vittoria di Lauda al GP Dino Ferrari di Imola, gara fuori campionato. In seguito, quell'anno, la Brabham si affideranno per la loro BT49 ad un motore otto-cilindri Ford-Cosworth DFV. Secondo la leggenda, la Tyrrell 009 fu costruita sui progetti del modello della Lotus 79 che la società era riuscita a procurarsi tramite il costruttore di modelli Tamaya! La Renault inaugura la stagione con la RS01 dell'anno precedente ma con il motore a turbocompressore riesce ad ottenere la pole position alla prima gara della stagione. Per la gara di Monaco si convertono al doppio turbocompressore a gas di scarico in modo da combattere il "turbo lag"; al Gran Premio di Francia riescono infine ad ottenere la loro prima vittoria. Le prime due corse della stagione, Argentina e Brasile, vengono vinte da Jacques Laffite per la Ligier. La Ferrari si accaparra la gara seguente che si svolge in Sud Africa mentre la Ligier torna alla ribalta in Spagna, questa volta con Patrick Depailler. Il Gran Premio del Belgio è una gara veramente competitiva nella quale la vettura di testa cambierà ben sei volte prima che Jody Scheckter su Ferrari agguanti la testa del gruppo e mantenga la posizione fino alla fine. Monaco si trasforma in una lotta tra Scheckter e la Williams di Regazzoni ma per quanto tenti, il pilota svizzero non riesce a superare la rossa. Sfortunatamente questo sarà l'ultimo Gran Premio per l'ex Campione del Mondo James Hunt che al termine della gara lascia la Wolf e si ritira dalle corse. Come abbiamo ricordato poc'anzi, il Gran Premio viene vinto dalla Renault ma è la strenua lotta tra Villeneuve ed Arnoux per il secondo posto che cattura l'attenzione dei tifosi. Questo duello con numerosi sorpassi, alcuni dei quali addirittura in piena curva, contribuisce a far nascere la leggenda del giovane pilota Franco-canadese. Il fatto che tale duello riguardasse il secondo posto rende la lotta ancora più interessante. La tappa successiva è il veloce circuito di Silverstone e qui la Williams domina la gara; saranno lei e la Ferrari a contendersi le rimanenti gare del campionato per conquistare il titolo. Alla fine, l'affidabilità della Ferrari si dimostra difficile da battere e Scheckter ottiene la vittoria davanti al suo compagno di squadra Villeneuve ed Alan Jones al terzo posto. Il nuovo decennio assiste ad una lunga serie di cambiamenti sulla griglia di partenza, con la dismissione della Shadow, l'unione di Wolf e Copersucar, il ritorno della Alfa-Romeo. Fuori dalla pista continuano ad esserci contrasti tra FISA e la Formula One Constructors' Association (FOCA). Le squadre maggiori come Renault, Ferrari (Fiat) ed Alfa-Romeo sono tendenzialmente dalla parte della FISA mentre le squadre britanniche si trovano a sostenere la FOCA. La battaglia riguarda i motori a turbocompressione, sostenuti dai primi e i vantaggi dell'effetto suolo, sostenuto dagli ultimi. Le prime quattro gare di quell'anno vengono vinte da quattro piloti diversi. Alan Jones per la Williams, Rene Arnoux per la Renault, Nelson Piquet per la Brabham e Carlos Reutemann sulla Williams. Jones vince nuovamente in Spagna. Qui si assiste inoltre ad un distacco tra FISA e FOCA che risulta nel ritiro di Renault, Ferrari ed Alfa-Romeo unitamente a tutti i punti campionato assegnati al vincitore. In questo stato di grande confusione, sarà la Goodyear a forzare le parti ad un tavolo delle trattative. Il Gran Premio di Francia sembra prospettare una vittoria francese con Arnoux in testa davanti a Jacques Laffite ma presto Jones li raggiunge e li supera. Quest'ultimo vince ancora in Inghilterra mentre Laffite arriva primo in Germania. Dopo la vittoria di Jean-Pierre Jabouille in Austria le due tappe successive se le aggiudica Piquet.. la battaglia per il titolo riguarda ormai solo due piloti: l'australiano Alan Jones ed il brasiliano Nelson Piquet. Sarà Jones a conquistare il titolo con la vittoria sul circuito di Watkins Glen.

Tradotto da: www.ddavid.com.


Video del periodo.

Altre storie
Fino al 1950. 1950 - 1960. 1970 - 1980.

1990 - 2000.

1. Il primo gran premio
2. Frecce d'argento
3. Nuvolari umilia Hitler.
4. L'ultima gara di Nuvolari.

01. Nasce il mondiale di F.1
02. Una gara memorabile.
03. Ritorna la Mercedes!
04. Tragedia a Le Mans.
05. Il sacrificio di Collins
06. Arrivano gli inglesi.
07. La nuova generazione.
08. Il dominio inglese
09. L'era di Clark
10. La Brabham
11. Bandini: il più amato
12. Addio Jim!
01. 1970: un anno da ricordare.
02. La tragedia di Rindt.
03. La Lotus 72.
04. La sorpresa Tyrrell.
05. Il litigio di Fittipaldi.
06. Il dramma di Williamson
07. Riscossa Ferrari.
08. Wing-car (1)
09. Wing-car (2)
10. La febbre Villeneuve.
11. Il turbo.
12. Ricordo di Depailler.
13. La corsa dei campioni.
14. Gilles: l'ultimo mito.
15. Elio de Angelis.
16. 1984: Nasce una stella.
01. Donington '93:Senna nella leggenda.
02. 1994: La fine di Senna.
03. L'ultima di Berger
04. Tragedia a Monza.
05. Cooper e Hayes.

2000 - 2010

2010 - 2020

Varie.

Speciale Senna.

01. 2001 e i record di Schumacher.
02. 2001: L'ultima di Hakkinen.
03. 2002: Dominio assoluto.
04. La fine dell' Arrows.
05.Schumi, 6 leggendario!
06. Biografia di un campione.
07. 10 anni senza Senna.
08. Minardi.
09. 2005 Alonso nuovo fenomeno.
10. 2006 Schumacher 16 anni da Re
11. 2006 Alonso si conferma fenomeno.
12. 2007 Spy story ai danni della Ferrari.
13. 2007: Raikkonen per un punto.
14. La Honda si ritira!
15. 2008 Hamilton campione al secondo tentativo.
16. Quindici anni senza Ayrton (e Ratzenberger)
17. 2009 BrawnGP toccata e fuga.
01. 2011 Vettel, ritratto di un bicampione del mondo
02. Sebastian Vettel, poker mondiale.
03. Vent'anni senza Ayrton Senna
04. Il Re è tornato.
05. Nico Rosberg, Campione e Stop
06. Lewis IV
Campioni veri?
I maghi di Monaco
Il Nuerburgring
La leggenda di Monza
La pista dei campioni
Le grandi rimonte
Primavera
Vittorie all'ultimo giro.
01. Donington '93:Senna nella leggenda.
02. 1994: La fine di Senna.
03. Vent'anni senza Ayrton Senna
07. 10 anni senza Senna.
16. 1984: Nasce una stella.
16. Quindici anni senza Ayrton (e Ratzenberger)
I maghi di Monaco
La pista dei campioni
Primavera
Senna A.

Titoli Ferrari

     
01. Due volte Ascari e una Fangio
02. Hawthorn nel 1958 Hill nel 1961
03. 1964: Surtees con fortuna.
04. 1975: Lauda dopo 11 anni.
05. 1979:Il trionfo di Scheckter
06. 2000:La fine di un'incubo
07. Anno di record per la Ferrari
08. 2001:Mai così facile.
09. 2002: Dominio assoluto.
10. 2003: Schumi, 6 leggendario!
11. 2007: Raikkonen per un punto.
     


Senna

Ayrton Senna Forever Un tributo al più grande pilota di tutti i tempi.



Salute

Yoga a Modena Yoga Olistica Modena.
Praticare Yoga a Modena.
Un luogo dove stare bene.



Tickets on-line

#Tickets on line.
Vendita biglietti per tutti i Gran Premi di Formula 1.

 


 

@Ticket on-line.
Emergenza Zimbabwe

Scrivete se avete domande o commenti

© Mario Gaiba . All rights reserved. I contenuti non originali appartengono ai legittimi proprietari.

Aggiornato il: 04-ott-2017