Formula 1 news, la storia, le news, i gran premi. Formula1News.it

@Ticket on-line

© Mario Gaiba . All rights reserved. I contenuti non originali appartengono ai legittimi proprietari.

Homepage Mappa sito Gran premi 2019 Team e Piloti 2019 Storia Albo d'oro Miti Altri anni Video Senna
Condividi

Aggiungi ai preferiti


2001:L'ultima di Hakkinen.

Il 30 Settembre 2001 Mika Hakkinen ha messo a segno la ventesima e ultima vittoria della sua brillate carriera; ad Indianapolis, a bordo di una Mclaren MP4-16 ha battuto tutti, sbucando quasi dal nulla: nessuno avrebbe scommesso su questo risultato, le caratteristiche del circuito sembravano favorevoli alla Ferrari e alla Williams BMW, in casa McLaren non si pensava quindi che quello di Indianapolis sarebbe stato un pomeriggio da ricordare; oltretutto il "Finlandese Volante" aveva annunciato alcuni giorni prima che avrebbe preso un anno di pausa ...

Non si trattava un appuntamento atteso da Mika con ansia: quando a Monza ha avuto l'incidente alla Lesmo (durante le qualifiche) ha iniziato a pensare se fosse il caso di non correre le ultime gare, quasi il botto di Monza fosse un campanello d'allarme; gli dispiaceva inoltre che non ci sarebbe stato con lui il suo ingegnere di pista, Mark Slade, rimasto in Inghilterra per stare accato alla compagnia in attesa. L'avrebbe sostituito Mark Williams, una persona molto competente ma non sarebbe stata comunque la stessa cosa ... oltretutto l'atmosfera che avrebbero trovato ad Indianapolis, dopo quello che era accaduto a New York ... si può affermare che non si trattava del GP a cui Mika e gli altri piloti avrebbero voluto partecipare ...

Questa di Indianapolis era l'ultima gara di Jo Ramirez, coordinatore del team McLaren, quindi nel paddock l'atmosfera era quasi da "ultimo giorno di scuola"; era uno splendido pomeriggio, dove quelli che non sarebbero andati in Giappone facevano a gara per avere una foto assieme a Mika.

Il Venerdì, dopo le libere Mika ha avuto buone e cattive notizie: era il più veloce, la macchina era ben bilanciata ma aveva grossi problemi di blistering sulle Bridgestone posteriori, la mescola più dura sembrava la meno stabile; insieme ai suoi ingegneri ha osservato i dati della telemetria e ha optato per la mescola più morbida, anche una volta individuati i punti del circuito dove avrebbe potuto risparmiare i pneumatici dosando al meglio l'accelleratore o convivendo con un po' più di sottosterzo.

Il Sabato in qualifica è quasi riuscito a dare la zampata vincente, e si è ritrovato in prima fila a 0"2 da Michael Shumacher, che era invece sulle Bridgestone dure; il fatto di partire davanti lo rendeva ovviamente molto felice.

Il giorno dopo il warm-up si è svolto regolarmente sino a quando il BMW di Montoya non ha inondato la pista d'olio ... la sessione è stata interrotta per 10'; quando è ripartito ha lasciato sulla sua destra una fila di monoposto ferme, convinto che dovessero provare una partenza, ma così non ha visto il semaforo rosso.

La macchina era perfetta, eveva più carburante del compagno di squadra, ma comunque si sentiva molto veloce; poi, senza nessuna avvisaglia, all'ingresso di una curva gli anteriori si sono bloccati: ha cercato di riprendere il controllo, senza riuscirci, e la macchina ha sbattuto contro le barriere di protezione.

Così si è ritrovato ai box assieme ai suoi meccanici: il telaio è risultato perfetto, nonostante l'incidente, così la monoposto è stata riassemblata in fretta dai suoi ragazzi; poco dopo ha avuto comuncazione della penalità inflittagli dai commissari, che non stettero a sentire le sue spiegazioni: era uscito dalla pit lane con il rosso, avrebbe quindi preso il via con il suo secondo miglior tempo, ovvero dalla quarta piazza.

Si arriva così al via: dopo una partenza regolare si è concentrato per percorrere il primi giri come stabilito: dosava l'accelleratore, senza strafare in modo da risparmiare più a lungo possibile i pneumatici posteriori. Ferrari e Williams intanto erano sempre in vista, non stavano prendendo il largo.

Ralf Shumacher si è fermato presto per il pitstop, Barrichello poco dopo; Montoya, che aveva appena superato Shumacher, ha parcheggiato la monoposto lungo il rettilineo nel 38° giro.

Michael è rientrato, lasciando a Mika il comando; aveva ancora carburante per alcuni giri e i pneumatici ancora perfetti: ha letteralmente volato prima del pitstop, sfruttando al massimo le Bridgestone, accuratamente preservate nella prima parte di gara, guadagnando così un margine sufficiente su Michael Shumacher.

A questo punto Rubens era di nuovo al comando, ma doveva effettuare una nuova sosta; una volta effettuata è rientrato a 5" da Mika mentre Michael, terzo, sembrava innoquo: forse la scelta delle Bridgestone più dure si stava rivelando un errore ...

Mika ha guidato con la massima cautela possibile, cercando di non commettere errori, mentre il vantaggio su Rubens si riduceva a 2"; si aspettava dei giri piuttosto tirati, conscio della necessità di concentrarsi al massimo, ma ad un certo punto Rubens è sparito dai suoi specchietti.

Dai box è stato avvertito via radio che Rubens si era ritirato per un problema al motore, ed è stato invitato a rallentare, consiglio che lui ha puntualmente seguito ...

Dopo aver tagliato il traguardo Michael l'ha affiancato e l'ha applaudito; lui ha portato le mani al cielo: quel che si dice una condotta di gara perfetta ...

 

Alessio


Video del periodo.

Altre storie
Fino al 1950. 1950 - 1960. 1970 - 1980.

1990 - 2000.

1. Il primo gran premio
2. Frecce d'argento
3. Nuvolari umilia Hitler.
4. L'ultima gara di Nuvolari.

01. Nasce il mondiale di F.1
02. Una gara memorabile.
03. Ritorna la Mercedes!
04. Tragedia a Le Mans.
05. Il sacrificio di Collins
06. Arrivano gli inglesi.
07. La nuova generazione.
08. Il dominio inglese
09. L'era di Clark
10. La Brabham
11. Bandini: il più amato
12. Addio Jim!
01. 1970: un anno da ricordare.
02. La tragedia di Rindt.
03. La Lotus 72.
04. La sorpresa Tyrrell.
05. Il litigio di Fittipaldi.
06. Il dramma di Williamson
07. Riscossa Ferrari.
08. Wing-car (1)
09. Wing-car (2)
10. La febbre Villeneuve.
11. Il turbo.
12. Ricordo di Depailler.
13. La corsa dei campioni.
14. Gilles: l'ultimo mito.
15. Elio de Angelis.
16. 1984: Nasce una stella.
01. Donington '93:Senna nella leggenda.
02. 1994: La fine di Senna.
03. L'ultima di Berger
04. Tragedia a Monza.
05. Cooper e Hayes.

2000 - 2010

2010 - 2020

Varie.

Speciale Senna.

01. 2001 e i record di Schumacher.
02. 2001: L'ultima di Hakkinen.
03. 2002: Dominio assoluto.
04. La fine dell' Arrows.
05.Schumi, 6 leggendario!
06. Biografia di un campione.
07. 10 anni senza Senna.
08. Minardi.
09. 2005 Alonso nuovo fenomeno.
10. 2006 Schumacher 16 anni da Re
11. 2006 Alonso si conferma fenomeno.
12. 2007 Spy story ai danni della Ferrari.
13. 2007: Raikkonen per un punto.
14. La Honda si ritira!
15. 2008 Hamilton campione al secondo tentativo.
16. Quindici anni senza Ayrton (e Ratzenberger)
17. 2009 BrawnGP toccata e fuga.
01. 2011 Vettel, ritratto di un bicampione del mondo
02. Sebastian Vettel, poker mondiale.
03. Vent'anni senza Ayrton Senna
04. Il Re è tornato.
05. Nico Rosberg, Campione e Stop
06. Lewis IV
Campioni veri?
I maghi di Monaco
Il Nuerburgring
La leggenda di Monza
La pista dei campioni
Le grandi rimonte
Primavera
Vittorie all'ultimo giro.
01. Donington '93:Senna nella leggenda.
02. 1994: La fine di Senna.
03. Vent'anni senza Ayrton Senna
07. 10 anni senza Senna.
16. 1984: Nasce una stella.
16. Quindici anni senza Ayrton (e Ratzenberger)
I maghi di Monaco
La pista dei campioni
Primavera
Senna A.

Titoli Ferrari

     
01. Due volte Ascari e una Fangio
02. Hawthorn nel 1958 Hill nel 1961
03. 1964: Surtees con fortuna.
04. 1975: Lauda dopo 11 anni.
05. 1979:Il trionfo di Scheckter
06. 2000:La fine di un'incubo
07. Anno di record per la Ferrari
08. 2001:Mai così facile.
09. 2002: Dominio assoluto.
10. 2003: Schumi, 6 leggendario!
11. 2007: Raikkonen per un punto.
     


Senna

Ayrton Senna Forever Un tributo al più grande pilota di tutti i tempi.



Salute

Yoga a Modena Yoga Olistica Modena.
Praticare Yoga a Modena.
Un luogo dove stare bene.



Tickets on-line

#Tickets on line.
Vendita biglietti per tutti i Gran Premi di Formula 1.

 


 

@Ticket on-line.
Emergenza Zimbabwe

Scrivete se avete domande o commenti

© Mario Gaiba . All rights reserved. I contenuti non originali appartengono ai legittimi proprietari.

Aggiornato il: 13-gen-2019