Formula 1 news, la storia, le news, i gran premi. Formula1News.it

@Ticket on-line

© Mario Gaiba . All rights reserved. I contenuti non originali appartengono ai legittimi proprietari.

Homepage Mappa sito Gran premi 2019 Team e Piloti 2019 Storia Albo d'oro Miti Altri anni Video Senna
Condividi

Aggiungi ai preferiti


BrawnGP: toccata e fuga.

La Brawn GP Ltd. (nome completo Brawn Grand Prix Formula One Team Limited) fu fondata il 6 marzo 2009, dalle ceneri della Honda Racing F1, dopo che vi era stata la conferma che Ross Brawn, l'ex team manager della squadra nipponica, aveva perfezionato l'acquisto della scuderia stessa per la cifra simbolica di una sterlina. Nel 2009 ha conquistato il titolo costruttori e quello piloti con il britannico Jenson Button.

Le prime prove libere della stagione si sono svolte con un inaspettato rovesciamento delle posizioni rispetto al 2008. Proprio la nuova scuderia inglese è stata la protagonista della giornata tenendosi sempre nella top ten della classifica a scapito dei top team. Tante le polemiche sulle soluzioni tecniche adottate, specie da parte di Flavio Briatore il quale non accetta questa situazione totalmente ribaltata. La FOM ha fatto sapere che qualunque sia il risultato del Gran Premio, previsto per domenica 29 marzo 2009, esso è oggetto di approvazione ufficiale nella riunione che si è svolta a Parigi il 14 aprile.

Nelle qualificazioni del primo GP stagionale in Australia, Jenson Button, seguito in prima fila dal compagno di squadra Barrichello, conquista la prima pole della storia della Brawn GP al suo primo gran premio. Tale evento non accadeva dal 1970, quando Jackie Stewart fece il miglior tempo nelle qualifiche del Gran Premio del Canada con l'esordiente Tyrrell. È curioso notare il filo storico che unisce le due scuderie britanniche: la Brawn è nata dalle ceneri della Honda Racing, a sua volta erede della BAR che nacque nel 1999 acquistando la struttura della Tyrrell.

Alla pole position segue la prima vittoria con doppietta: 1° posto di Jenson Button e 2° posto di Rubens Barrichello. Il giorno seguente viene diramata la notizia che, nonostante il successo ottenuto nella prima gara del circus, verranno licenziati circa 270 dipendenti per cercare di limitare al massimo i costi visto che non ci saranno più test privati e che l'unico onere vivo riguarderà essenzialmente l'acquisto dei motori Mercedes, oltre a quelli di routine.

Nelle prove libere del venerdì a Sepang, in occasione della seconda gara del mondiale, entrambe le monoposto non riescono a ripetere l'eccellente prestazione di Melbourne. Nonostante ciò, il giorno successivo in occasione delle qualifiche ufficiali, Jenson Button riesce a conquistare la pole position. Il suo compagno di squadra Rubens Barrichello ottiene la quarta posizione, ma dovrà retrocedere di 5 piazze nella griglia di partenza in virtù della sostituzione del cambio effettuata il venerdì. Nella gara di domenica Button, grazie ad una buona strategia e ad un eccezionale pioggia monsonica, riesce ad ottenere la seconda vittoria consecutiva con la pecca di aver ottenuto solo 5 punti iridati, in quanto la gara è stata fermata prima dei 3/4 di completamento, limite minimo per l'attribuizione del punteggio intero. Barrichello si classifica invece quinto. La Brawn, in testa alla classifica costruttori con 25 punti, al termine del secondo Gran Premio della stagione vede i suoi due piloti in testa nel mondiale con Button a quota 15 punti e Barrichello a 10 punti.

Il 15 aprile la FIA ha respinto il ricorso contro la presunta irregolarità dei diffusori, mantenendo così la situazione inalterata. Quattro giorni dopo, le due monoposto, nel diluvio di Shanghai, vanno ancora a punti. Nella quarta gara della stagione, in Bahrain, Jenson Button conquista la terza vittoria per la scuderia e 2 settimane dopo il pilota di Frome si ripete a Montmeló davanti a Barrichello. Stesso scenario si ripete a Montecarlo. Al giro di boa, al Nurburgring, per la prima volta nella stagione le Brawn non salgono sul podio, con Button che finirà 5° e Barrichello 6°. Peggio ancora all'Hungaroring dove le 2 vetture britanniche arriveranno 7° e 10°. In tal modo sia i piloti che la squadra si fanno avvicinare pericolosamente dalla Red Bull. Ma a Valencia la Brawn si riprende e conquista la vittoria con Barrichello e 2 punti con Button. A Spa invece le cose vanno male, solo il brasiliano infatti va a punti (settimo). A Monza, la scuderia inglese torna a centrare una doppietta, dove Barrichello precede Button e si porta a 14 punti in classifica a quattro gare dalla fine. Nella gara notturna di Singapore le Brawn conquistano 7 punti con Button 5° e Barrichello 6°, e anche in Giappone vanno a punti con Button 8° e Rubens 7°. In Brasile la scuderia conquista il titolo mondiale costruttori con una gara di anticipo. Nello stesso Gran Premio Jenson Button si aggiudica il titolo piloti grazie al 5° posto, mentre Barrichello arriva ottavo.

È l'unica squadra nella storia della formula uno ad aver vinto il titolo l'anno del suo esordio.

La sua sarà anche l'unica apparizione. Il 16 novembre 2009 viene ufficializzato che la scuderia è stata acquisita dal celebre costruttore tedesco di autovetture Mercedes per il 45.1%. Tuttavia la Casa di Stoccarda non sarà l'unica proprietaria: il 30%, infatti, è stato acquisito da un fondo d'investimento di Abu Dhabi, mentre il 24,9% restante rimane in mano alla squadra che ha portato a casa i due titoli iridati alla prima stagione di Formula 1.

Dalla stagione 2010 la scuderia prenderà il nome di Mercedes Gp, alla direzione sportiva rimarrà Ross Brawn mentre i piloti delle monoposto saranno due piloti tedeschi: Nico Rosberg e nientemeno che il 7 volte campione del mondo Michael Schumacher che ritorna alle competizioni a 41 anni e dopo tre anni di assenza.

 



Altre storie
Fino al 1950. 1950 - 1960. 1970 - 1980.

1990 - 2000.

1. Il primo gran premio
2. Frecce d'argento
3. Nuvolari umilia Hitler.
4. L'ultima gara di Nuvolari.

01. Nasce il mondiale di F.1
02. Una gara memorabile.
03. Ritorna la Mercedes!
04. Tragedia a Le Mans.
05. Il sacrificio di Collins
06. Arrivano gli inglesi.
07. La nuova generazione.
08. Il dominio inglese
09. L'era di Clark
10. La Brabham
11. Bandini: il più amato
12. Addio Jim!
01. 1970: un anno da ricordare.
02. La tragedia di Rindt.
03. La Lotus 72.
04. La sorpresa Tyrrell.
05. Il litigio di Fittipaldi.
06. Il dramma di Williamson
07. Riscossa Ferrari.
08. Wing-car (1)
09. Wing-car (2)
10. La febbre Villeneuve.
11. Il turbo.
12. Ricordo di Depailler.
13. La corsa dei campioni.
14. Gilles: l'ultimo mito.
15. Elio de Angelis.
16. 1984: Nasce una stella.
01. Donington '93:Senna nella leggenda.
02. 1994: La fine di Senna.
03. L'ultima di Berger
04. Tragedia a Monza.
05. Cooper e Hayes.

2000 - 2010

2010 - 2020

Varie.

Speciale Senna.

01. 2001 e i record di Schumacher.
02. 2001: L'ultima di Hakkinen.
03. 2002: Dominio assoluto.
04. La fine dell' Arrows.
05.Schumi, 6 leggendario!
06. Biografia di un campione.
07. 10 anni senza Senna.
08. Minardi.
09. 2005 Alonso nuovo fenomeno.
10. 2006 Schumacher 16 anni da Re
11. 2006 Alonso si conferma fenomeno.
12. 2007 Spy story ai danni della Ferrari.
13. 2007: Raikkonen per un punto.
14. La Honda si ritira!
15. 2008 Hamilton campione al secondo tentativo.
16. Quindici anni senza Ayrton (e Ratzenberger)
17. 2009 BrawnGP toccata e fuga.
01. 2011 Vettel, ritratto di un bicampione del mondo
02. Sebastian Vettel, poker mondiale.
03. Vent'anni senza Ayrton Senna
04. Il Re è tornato.
05. Nico Rosberg, Campione e Stop
06. Lewis IV
Campioni veri?
I maghi di Monaco
Il Nuerburgring
La leggenda di Monza
La pista dei campioni
Le grandi rimonte
Primavera
Vittorie all'ultimo giro.
01. Donington '93:Senna nella leggenda.
02. 1994: La fine di Senna.
03. Vent'anni senza Ayrton Senna
07. 10 anni senza Senna.
16. 1984: Nasce una stella.
16. Quindici anni senza Ayrton (e Ratzenberger)
I maghi di Monaco
La pista dei campioni
Primavera
Senna A.

Titoli Ferrari

     
01. Due volte Ascari e una Fangio
02. Hawthorn nel 1958 Hill nel 1961
03. 1964: Surtees con fortuna.
04. 1975: Lauda dopo 11 anni.
05. 1979:Il trionfo di Scheckter
06. 2000:La fine di un'incubo
07. Anno di record per la Ferrari
08. 2001:Mai così facile.
09. 2002: Dominio assoluto.
10. 2003: Schumi, 6 leggendario!
11. 2007: Raikkonen per un punto.
     


Senna

Ayrton Senna Forever Un tributo al più grande pilota di tutti i tempi.



Salute

Yoga a Modena Yoga Olistica Modena.
Praticare Yoga a Modena.
Un luogo dove stare bene.



Tickets on-line

#Tickets on line.
Vendita biglietti per tutti i Gran Premi di Formula 1.

 


 

@Ticket on-line.
Emergenza Zimbabwe

Scrivete se avete domande o commenti

© Mario Gaiba . All rights reserved. I contenuti non originali appartengono ai legittimi proprietari.

Aggiornato il: 13-gen-2019