Formula 1 news, la storia, le news, i gran premi. Formula1News.it

@Ticket on-line

© Mario Gaiba . All rights reserved. I contenuti non originali appartengono ai legittimi proprietari.

Homepage Mappa sito Gran premi 2017 Team e Piloti 2017 Storia Albo d'oro Miti Altri anni Video Senna
Condividi

Aggiungi ai preferiti


Nuvolari umilia Hitler.

Alfa RomeoDavanti ad un pubblico composto da circa 300.000 tifosi tedeschi, ufficiali nazisti e lo stesso Adolf Hitler, prende il via il Gran Premio di Germania del 1935. I piloti Mercedes sono Fagioli, von Brauchitsch e Caracciola mentre l’Auto Union schiera Stuck, Rosemeyer e Varzi. Tazio Nuvolari aveva cercato di guidare per l’Auto Union ma, dato che il suo posto era stato dato al suo rivale di sempre, si schiera con un’Alfa P3 modificata che soffre una differenza di 50-100 cavalli rispetto alle vetture tedesche. Al via della gara Caracciola prende subito la testa seguito da Nuvolari che brucia 4 avversari, ma Rosemeyer e Fagioli lo sorpassano quasi subito. La gara si sviluppa intorno al duello tra i due assi tedeschi Caracciola e Rosemeyer ma qualcuno si dimentica di dirlo a Nuvolari! Al 10° giro riesce a portare la sua poco potente Alfa in testa e, dopo la sosta ai box, si ritrova sesto. Guidando come un indemoniato sorpassa prima Fagioli, quindi Rosemeyer e Caracciola ed alla fine Stuck. All’inizio dell’ultimo giro il suo distacco dal leader della corsa, von Brauchitsch, e di ben 30 secondi ma anche quando tutto sembra perduto Nuvolari non smette la sua cavalcata. Von Brauchitsch, avvertito all’inizio del giro dai box che Nuvolari gli è dietro, guida al limite e distrugge letteralmente i pneumatici. A mezzo giro dalla fine Nuvolari lo sorpassa e vince la gara!
"All’inizio sulle tribune ci fu un silenzio di morte" scrive il giorno dopo il periodico MotorSport "ma l’innata sportività dei tedeschi alla fine ha trionfato sull’astio per la sconfitta. Nuvolari è stato portato in gran trionfo."
L’ammirazione per il campione non viene però condivisa dai rappresentati del Terzo Reich. Korpsführer Hühnlein strappa con rabbia il discorso che avrebbe dovuto fare mentre Nuvolari viene incoronato vincitore. Viene issata la bandiera italiana e Nuvolari canta l’inno nazionale: la stessa scena si ripeterà l’anno successivo quando Jessie Owens scriverà la sua pagina di storia.
Rosemayer su Auto Union Tipo CIl 1936 è l’anno dell’Auto Union Tipo C guidata da Bernd Rosemeyer. Il motore è stato ulteriormente ampliato ed ora la vettura monta un 6006cc capace di sviluppare 520 cavalli. La cosa sbalorditiva non è tanto la cilindrata o il numero di cavalli, ma il fatto che un tale motore è montato su una vettura dal peso contenuto entro i 750kg. Rosemeyer vince i Gran Premi di Germania, Italia e Svizzera, oltre alle Coppe Acerbo e Eifelrennen. La Mercedes si ritira momentaneamente dalle competizioni e prepara il suo contrattacco. Nel settore sportivo, fondato nel 1935 sotto la guida dell’ingegnere trentenne Rudolf Uhlenhaut, viene potenziato grazie ai migliori ingegneri presenti sulla piazza per poter sviluppare una nuova vettura e, nel 1937, la Mercedes sforna la W125 che parte dal concetto della W25 ed i cui dati sono impressionanti: 600cavalli di potenza che consentono alla vettura di superare i 320km/h. Le prestazioni di questa vettura del 1937 verranno superate solo nel 1960 dalle potentissime Can-Am da corsa! Il Gran Premio dell’Avus quell’anno viene corso sulla pista modificata per volere di Hitler: la Curva Nord viene ricostruita con una maggiore pendenza per poterne aumentare la velocità di percorrenza con il risultato che la vittoria di Hermann Lang, alla guida di una Mercedes, è conquistata alla velocità media di 260km/h: questo record sarà superato solamente nel 1967 durante la 500 miglia di Indianapolis vinta da A.J. Foyt alla media di 262km/h. Il punto esclamativo finale di queste vetture lo mette Rudolf Caracciola che, il 28 gennaio, stabilisce un nuovo record tra le vetture a 12 cilindri: fa segnare la pazzesca velocità di 436.9km/h in una prova di velocità sulla distanza di 1 km, la velocità più alta mai realizzata su una pista. Tragicamente, prima dell’inizio della stagione del 1938, il cuore dell’Auto Union viene spezzato dalla morte del suo pilota di punta, Bernd Rosemeyer, mentre tenta un record di velocità sull’autostrada Francoforte-Darmstadt. Anche con il talento di Nuvolari l’Auto Union non sarà mai più la stessa. L’AIACR istituisce una nuova formula che limita i motori a 3 litri sovralimentati o a 4.5 litri normali e le scuderie tedesche rispondono alle modifiche del regolamento mantenendo la loro netta superiorità. L’Alfa Romeo abbandona questa formula per dedicarsi alle vetture da 1500cc per il Gran Premio di Tripoli del 1939 mentre la Mercedes, in tutta segretezza, sta preparando due vetture per questa formula che verranno guidate da Lang e Caracciola e che arriveranno prima e seconda. Lo strapotere delle vetture tedesche viene interrotto solamente dall’avvento della Seconda Guerra Mondiale. Le vetture prodotte tra le due grandi guerre sono considerate le più grandi macchine da corsa mai costruite.

Tradotto da: www.ddavid.com.

 


Video del periodo.

Altre storie
Fino al 1950. 1950 - 1960. 1970 - 1980.

1990 - 2000.

1. Il primo gran premio
2. Frecce d'argento
3. Nuvolari umilia Hitler.
4. L'ultima gara di Nuvolari.

01. Nasce il mondiale di F.1
02. Una gara memorabile.
03. Ritorna la Mercedes!
04. Tragedia a Le Mans.
05. Il sacrificio di Collins
06. Arrivano gli inglesi.
07. La nuova generazione.
08. Il dominio inglese
09. L'era di Clark
10. La Brabham
11. Bandini: il più amato
12. Addio Jim!
01. 1970: un anno da ricordare.
02. La tragedia di Rindt.
03. La Lotus 72.
04. La sorpresa Tyrrell.
05. Il litigio di Fittipaldi.
06. Il dramma di Williamson
07. Riscossa Ferrari.
08. Wing-car (1)
09. Wing-car (2)
10. La febbre Villeneuve.
11. Il turbo.
12. Ricordo di Depailler.
13. La corsa dei campioni.
14. Gilles: l'ultimo mito.
15. Elio de Angelis.
16. 1984: Nasce una stella.
01. Donington '93:Senna nella leggenda.
02. 1994: La fine di Senna.
03. L'ultima di Berger
04. Tragedia a Monza.
05. Cooper e Hayes.

2000 - 2010

2010 - 2020

Varie.

Speciale Senna.

01. 2001 e i record di Schumacher.
02. 2001: L'ultima di Hakkinen.
03. 2002: Dominio assoluto.
04. La fine dell' Arrows.
05.Schumi, 6 leggendario!
06. Biografia di un campione.
07. 10 anni senza Senna.
08. Minardi.
09. 2005 Alonso nuovo fenomeno.
10. 2006 Schumacher 16 anni da Re
11. 2006 Alonso si conferma fenomeno.
12. 2007 Spy story ai danni della Ferrari.
13. 2007: Raikkonen per un punto.
14. La Honda si ritira!
15. 2008 Hamilton campione al secondo tentativo.
16. Quindici anni senza Ayrton (e Ratzenberger)
17. 2009 BrawnGP toccata e fuga.
01. 2011 Vettel, ritratto di un bicampione del mondo
02. Sebastian Vettel, poker mondiale.
03. Vent'anni senza Ayrton Senna
04. Il Re è tornato.
05. Nico Rosberg, Campione e Stop
06. Lewis IV
Campioni veri?
I maghi di Monaco
Il Nuerburgring
La leggenda di Monza
La pista dei campioni
Le grandi rimonte
Primavera
Vittorie all'ultimo giro.
01. Donington '93:Senna nella leggenda.
02. 1994: La fine di Senna.
03. Vent'anni senza Ayrton Senna
07. 10 anni senza Senna.
16. 1984: Nasce una stella.
16. Quindici anni senza Ayrton (e Ratzenberger)
I maghi di Monaco
La pista dei campioni
Primavera
Senna A.

Titoli Ferrari

     
01. Due volte Ascari e una Fangio
02. Hawthorn nel 1958 Hill nel 1961
03. 1964: Surtees con fortuna.
04. 1975: Lauda dopo 11 anni.
05. 1979:Il trionfo di Scheckter
06. 2000:La fine di un'incubo
07. Anno di record per la Ferrari
08. 2001:Mai così facile.
09. 2002: Dominio assoluto.
10. 2003: Schumi, 6 leggendario!
11. 2007: Raikkonen per un punto.
     


Senna

Ayrton Senna Forever Un tributo al più grande pilota di tutti i tempi.



Salute

Yoga a Modena Yoga Olistica Modena.
Praticare Yoga a Modena.
Un luogo dove stare bene.



Tickets on-line

#Tickets on line.
Vendita biglietti per tutti i Gran Premi di Formula 1.

 


 

@Ticket on-line.
Emergenza Zimbabwe

Scrivete se avete domande o commenti

© Mario Gaiba . All rights reserved. I contenuti non originali appartengono ai legittimi proprietari.

Aggiornato il: 04-ott-2017