Formula 1 news, la storia, le news, i gran premi. Formula1News.it

@Ticket on-line

© Mario Gaiba . All rights reserved. I contenuti non originali appartengono ai legittimi proprietari.

Homepage Mappa sito Gran premi 2019 Team e Piloti 2019 Storia Albo d'oro Miti Altri anni Video Senna
Condividi

Aggiungi ai preferiti


I record di Schumacher.

Una cavalcata trionfale chiusa anzitempo in Ungheria e contrassegnata da numeri da record. Anche il 2001 è tinto di rosso Ferrari e parla tedesco, come il protagonista assoluto Michael Schumacher. Le prospettive, a sentir parlare i diretti interessati, restano più che rosee anche per il 2002.
Il Mondiale di Formula 1 2001 riprende a Melbourne da dove si era concluso: vittoria di Michael Schumacher e della Ferrari nel Gran Premio d'Australia, la quinta consecutiva considerando le ultime quattro della stagione 2000. Una vittoria netta, ma che non ha portato gioia sul volto di Michael Schumcher e di tutti gli altri protagonisti della corsa per la morte di un commissario di percorso colpito dalla vetture di Jacques Villeneuve, che ha letteralmente preso il volo dopo una toccata con quella di Ralf Schumacher.
In Malesia continua il dominio della Ferrari. Schumacher centra la seconda vittoria stagionale, la sesta consecutiva, e alle spalle del tedesco si è piazzato Rubens Barrichello regalando la 50esima doppietta delle rosse. In Brasile, poi, si interrompe la serie di vittorie del ferrarista che si deve accontentare del secondo posto in una gara che lo ha visto al comando solo per pochissimi giri e che soprattutto lo ha visto alzare bandiera bianca davanti alla McLaren-Mercedes di Colthard in condizione di pista bagnata.
Si torna in Europa, a Imola, ma le Ferrari deludono le centinaia di migliaia di tifosi. A vincere è Ralf Schumacher che ottiene ottenuto il primo successo nella carriera, vincendo da dominatore la gara. Schumi Junior riporta alla vittoria una Williams dopo quasi 4 anni, l'ultimo successo lo ottenne Jacques Villeneuve al Nurburgring. Ottimo risultato anche per la Bmw che mancava dal primo gradino del podio dall'86. In classifica, Coulthard raggiunge Schumacher in vetta a quota 26.
In Spagna, le ultime cinque curve del Circuit de Catalunya sono fatali a Mika Hakkinen che, con la frizione andata in tilt si è visto sfuggire una vittoria meritata a tutto vantaggio di Michael Schumacher che, quando credeva di doversi accontentare della seconda piazza, si è visto servire su un piatto d'argento il terzo successo stagionale per lui e per la Ferrari.Il Gran Premio d'Austria, poi, continua a rimanere un tabù per Schumacher che, anche stavolta, non è riuscito a vincere nonostante la partenza dalla pole. Vince David Coulthard davanti alle due Ferrari e lo scozzese si riavvicina al tedesco. Ancora Europa, stavola Monte Carlo: la presenza del presidente Montezemolo porta bene ai piloti della Ferrari che piazzano una bella doppietta con la vittoria di Schumi che prende di nuvo il largo in classifica (+12).In Canada la gara è stata un fatto privato tra i due fratelli Schumacher. La vittoria è andata a Ralf che ha sfruttato la qualità delle gomme Michelin arrivando davanti al fratello per la gioia di papà Schumacher che da anni sognava tutto questo. Al Nurburgring prosegue la lotta tra i due fratelli che ha ormai monopolizzato l'attenzione di tutti. Il duello viene deciso al pit stop: Ralf commette un'infrazione che lo costringe allo stop and go. Il ferrarista, a + 24 in classifica, incomincia a vedere il titolo.Ma è anche l'anno dei record: a Magny Couurs Schumacher conquista la vittoria numero 50 della sua carriera ed è ad un passo dall'eguagliare Alain Prost (51) che raggiungerà qualche settimana dopo, esattamente il 19 agosto, in Ungheria dove vince il titolo piloti 2001. In mezzo, Silverstone dove torna a ruggire il finlandese Mika Hakkinen che torna alla vittoria dopo 11 lunghi mesi, e Hockenheim, dove il popolo tedesco può ugualmente gioire per la vittoria di Ralf Schumacher. Si diceva dell'Ungheria: a Budapest Schumacher si laurea campione del mondo quando mancano ancora quattro gare.
Il ferrarista a Budapest ha condotto una gara esemplare, tanto perfetta da essere "noiosa" dal primo all'ultimo giro. I numeri: quarto titolo mondiale piloti, 41esima pole della carriera, la nona della stagione, e 51esima vittoria di un Gp eguagliando il record di Alain Prost. Adesso si lotta solo per il secondo posto che Barrichello non riuscira' a centrare nonostante i suoi coraggiosi tentativi e l'aiuto che gli fornisce il suo compagno di scuderia. Si va in Belgio ad inzio settembre: vince Schumacher, che supera quindi Prost, ma tutti ricordano la gara per il pauroso incidente del brasiliano Luciano Burti che finisce con la Prost contro le barriere di pneumatici, riportando lievi ferite.
Il 16 settembre, invece, il GP d'Italia a Monza sarà ricordato come uno dei più tormentati della storia perchè arriva a pochi giorni dai tragici attentati negli Stati Uniti e all'indomani del gravissimo incidente occorso a Zanardi, in Germania, nella Formula CART che gli causa l'amputazione di entrambe le gambe. Tanta polemica tra scuderie e piloti che prima non vogliono partire, poi si accordano per una partenza 'soft' per evitare incidenti alle prime curve della pista monzese.Il colombiano Montoya si aggiudica il primo GP della carriera, davanti a Rubens Barrichello, Ralf e a uno spento Michael Schumacher. Il 30 settembre si corre negli Stati Uniti ancora sotto choc per gli attentati alle Twin Towers. Vince chi proprio non ti aspetti, quel Mika Hakkinen che ha già annunciato il ritiro (temporaneo) dalla Formula 1 e dalle corse in genere. Michael Schumacher, secondo, lo applaude a lungo: gli mancheranno le sfide con il vecchio leone finlandese.Chiusura e passerella finale in Giappone dove Michael Schumacher torna alla vittoria in maniera autorevole nel circuito di Suzuka e chiude il sipario su questa straordinaria stagione di Formula 1. Questa è la 53esima vittoria in carriera per il tedesco e la 144esima per la Ferrari. Grazie a questo successo, il campione del mondo ripete il record delle vittorie in un anno, stabilito da Mansell nel 1992 ed eguagliato dallo stesso Michael nel 2000, diventando anche il pilota che ha collezionato più punti nella storia della Formula 1. Classifica: Schumacher 123 punti, Coulthard 65, Barrichello 56.

 


Video del periodo.

Altre storie
Fino al 1950. 1950 - 1960. 1970 - 1980.

1990 - 2000.

1. Il primo gran premio
2. Frecce d'argento
3. Nuvolari umilia Hitler.
4. L'ultima gara di Nuvolari.

01. Nasce il mondiale di F.1
02. Una gara memorabile.
03. Ritorna la Mercedes!
04. Tragedia a Le Mans.
05. Il sacrificio di Collins
06. Arrivano gli inglesi.
07. La nuova generazione.
08. Il dominio inglese
09. L'era di Clark
10. La Brabham
11. Bandini: il più amato
12. Addio Jim!
01. 1970: un anno da ricordare.
02. La tragedia di Rindt.
03. La Lotus 72.
04. La sorpresa Tyrrell.
05. Il litigio di Fittipaldi.
06. Il dramma di Williamson
07. Riscossa Ferrari.
08. Wing-car (1)
09. Wing-car (2)
10. La febbre Villeneuve.
11. Il turbo.
12. Ricordo di Depailler.
13. La corsa dei campioni.
14. Gilles: l'ultimo mito.
15. Elio de Angelis.
16. 1984: Nasce una stella.
01. Donington '93:Senna nella leggenda.
02. 1994: La fine di Senna.
03. L'ultima di Berger
04. Tragedia a Monza.
05. Cooper e Hayes.

2000 - 2010

2010 - 2020

Varie.

Speciale Senna.

01. 2001 e i record di Schumacher.
02. 2001: L'ultima di Hakkinen.
03. 2002: Dominio assoluto.
04. La fine dell' Arrows.
05.Schumi, 6 leggendario!
06. Biografia di un campione.
07. 10 anni senza Senna.
08. Minardi.
09. 2005 Alonso nuovo fenomeno.
10. 2006 Schumacher 16 anni da Re
11. 2006 Alonso si conferma fenomeno.
12. 2007 Spy story ai danni della Ferrari.
13. 2007: Raikkonen per un punto.
14. La Honda si ritira!
15. 2008 Hamilton campione al secondo tentativo.
16. Quindici anni senza Ayrton (e Ratzenberger)
17. 2009 BrawnGP toccata e fuga.
01. 2011 Vettel, ritratto di un bicampione del mondo
02. Sebastian Vettel, poker mondiale.
03. Vent'anni senza Ayrton Senna
04. Il Re è tornato.
05. Nico Rosberg, Campione e Stop
06. Lewis IV
Campioni veri?
I maghi di Monaco
Il Nuerburgring
La leggenda di Monza
La pista dei campioni
Le grandi rimonte
Primavera
Vittorie all'ultimo giro.
01. Donington '93:Senna nella leggenda.
02. 1994: La fine di Senna.
03. Vent'anni senza Ayrton Senna
07. 10 anni senza Senna.
16. 1984: Nasce una stella.
16. Quindici anni senza Ayrton (e Ratzenberger)
I maghi di Monaco
La pista dei campioni
Primavera
Senna A.

Titoli Ferrari

     
01. Due volte Ascari e una Fangio
02. Hawthorn nel 1958 Hill nel 1961
03. 1964: Surtees con fortuna.
04. 1975: Lauda dopo 11 anni.
05. 1979:Il trionfo di Scheckter
06. 2000:La fine di un'incubo
07. Anno di record per la Ferrari
08. 2001:Mai così facile.
09. 2002: Dominio assoluto.
10. 2003: Schumi, 6 leggendario!
11. 2007: Raikkonen per un punto.
     


Senna

Ayrton Senna Forever Un tributo al più grande pilota di tutti i tempi.



Salute

Yoga a Modena Yoga Olistica Modena.
Praticare Yoga a Modena.
Un luogo dove stare bene.



Tickets on-line

#Tickets on line.
Vendita biglietti per tutti i Gran Premi di Formula 1.

 


 

@Ticket on-line.
Emergenza Zimbabwe

Scrivete se avete domande o commenti

© Mario Gaiba . All rights reserved. I contenuti non originali appartengono ai legittimi proprietari.

Aggiornato il: 13-gen-2019