Formula 1 news, la storia, le news, i gran premi. Formula1News.it

@Ticket on-line

© Mario Gaiba . All rights reserved. I contenuti non originali appartengono ai legittimi proprietari.

Homepage Mappa sito Gran premi 2019 Team e Piloti 2019 Storia Albo d'oro Miti Altri anni Video Senna
Condividi

Aggiungi ai preferiti


Da Lauda a Montoya: come si costruisce un campione.

La storia della formula 1, è piena di piloti promettenti che si perdono dopo poche gare e di altri che, invece ottengono più di quello che realmente meritano.
Nello sport come nella vita, il carisma, la capacità di comunicare, sono fondamentali per il successo. Oggi, un giovane che voglia intraprendere la carriera di pilota, prima di dimostrare il suo valore in pista deve sapersi circondare di persone che lo spingano nella direzione giusta, che riescano ad imporlo come personaggio.
Il pioniere di questo modo di intendere le corse, è sicuramente Niki Lauda. Prima di approdare alla Ferrari, era un perfetto sconosciuto, non aveva mai vinto nulla ed era sempre più lento dei suoi compagni di squadra.
Ronnie Peterson era regolarmente più veloce di almeno cinque decimi al giro ma, lo svedese, pensava solo a guidare senza curare le pubbliche relazioni e, infatti, non ebbe mai l'opportunità di guidare una vettura competitiva.
Niki, invece, ha sfruttato il fatto di essere stato scelto da Ferrari, per attirare su di sé l'attenzione degli sponsor e di tutto il team, proteso a dimostrare che il Drake aveva visto giusto.
Quando lascia la Ferrari per un team meno competitivo è in difficoltà e, di nuovo, stenta a tenere il passo dei compagni e dell'astro nascente Nelson Piquet, tanto da ritirarsi.
E' poi richiamato da Ron Dennis che ha bisogno di un uomo immagine per risollevare il marchio McLaren.
I tifosi di Niki sostengono che sia stato lui l'artefice della rinascita del team McLaren. In realtà la maggior parte del merito è da attribuire all'altro pilota dell'epoca, John Watson.
Lauda è stato un grande maestro. Piquet, suo compagno alla Brabham, è sempre riuscito ad avere una scuderia che lavorasse solo per lui, Prost era un pilota velocissimo ma inconcludente e solo dopo essere stato compagno di Niki, ha iniziato a vincere titoli mondiali e ad avere un notevole peso politico.
Michael Schumacher si è mosso in questo senso fin dall'inizio e, guidato dal manager Willy Weber, è riuscito ad avere sempre un team costruito su misura per lui. I successi sono, di conseguenza, arrivati subito.
Basta vedere i nomi dei suoi compagni di squadra o leggere le dichiarazioni di Herberth al riguardo per averne la prova.
Per favorire un pilota rispetto ad un altro, basta "giocare" con l'elettronica. La stagione 1999 è un esempio evidente. Dopo l'incidente di Schummy, Eddie Irvine è diventato all'improvviso, un pilota vincente quel tanto che basta per conquistare il titolo costruttori, non quello piloti, quello doveva assolutamente vincerlo Schumacher.
Ora, il nuovo astro nascente, sembra essere il colombiano Juan Pablo Montoya.
Nel 1999, si diceva che Zanardi non valeva niente perchè era più lento di Ralf Schumacher di 3 - 4 decimi al giro, Montoya è più lento di 6 decimi ed è un campione? Credo che questo sia veramente il colmo e la dimostrazione di quanto affermo.
Tutto questo per far capire quanto sia relativo stabilire se un pilota è migliore di un altro e non per sminuire le doti dei piloti che ho citato che, sicuramente, sono stati fra i più forti della storia. Molti sono spariti proprio perchè non hanno saputo gestire questo aspetto della carriera. Oltre al già citato Peterson, mi viene in mente Alboreto che rifiutò la McLaren per la Ferrari, Alesi che rifiutò la Williams. Quanto sarebbe cambiata la loro storia se fossero stati indirizzati meglio? Frentzen era considerato il pilota tedesco più veloce, persino di Schumacher. Luca Badoer ha vinto tantissimo nelle formule minori e batteva regolarmente Damon Hill e Coulthard eppure, questi piloti, non sono riusciti ad imporsi.
Permettetemi di escludere da questo discorso un pilota che, come risultati, non può essere paragonato con nessuno. Prima di arrivare in formula uno, vinse il 70% delle corse disputate e si parlava di lui come di un futuro campione, già nel 1981 quando correva in F.Ford.
Poteva vincere la sua prima gara già al sesto gran premio con una vettura che, prima del suo arrivo, a stento si qualificava. La vittoria gli fu rubata per i motivi politici e di sponsor.
Malgrado questi risultati, ha avuto la prima vettura competitiva solo al quinto anno di F.1, è stato osteggiato dalla F.I.A., perché osava criticarla e offuscava la fama del suo pilota prediletto, Alain Prost.
Il suo nome, per chi non lo avesse capito, era Ayrton Senna da Silva.



Altre storie
Fino al 1950. 1950 - 1960. 1970 - 1980.

1990 - 2000.

1. Il primo gran premio
2. Frecce d'argento
3. Nuvolari umilia Hitler.
4. L'ultima gara di Nuvolari.

01. Nasce il mondiale di F.1
02. Una gara memorabile.
03. Ritorna la Mercedes!
04. Tragedia a Le Mans.
05. Il sacrificio di Collins
06. Arrivano gli inglesi.
07. La nuova generazione.
08. Il dominio inglese
09. L'era di Clark
10. La Brabham
11. Bandini: il più amato
12. Addio Jim!
01. 1970: un anno da ricordare.
02. La tragedia di Rindt.
03. La Lotus 72.
04. La sorpresa Tyrrell.
05. Il litigio di Fittipaldi.
06. Il dramma di Williamson
07. Riscossa Ferrari.
08. Wing-car (1)
09. Wing-car (2)
10. La febbre Villeneuve.
11. Il turbo.
12. Ricordo di Depailler.
13. La corsa dei campioni.
14. Gilles: l'ultimo mito.
15. Elio de Angelis.
16. 1984: Nasce una stella.
01. Donington '93:Senna nella leggenda.
02. 1994: La fine di Senna.
03. L'ultima di Berger
04. Tragedia a Monza.
05. Cooper e Hayes.

2000 - 2010

2010 - 2020

Varie.

Speciale Senna.

01. 2001 e i record di Schumacher.
02. 2001: L'ultima di Hakkinen.
03. 2002: Dominio assoluto.
04. La fine dell' Arrows.
05.Schumi, 6 leggendario!
06. Biografia di un campione.
07. 10 anni senza Senna.
08. Minardi.
09. 2005 Alonso nuovo fenomeno.
10. 2006 Schumacher 16 anni da Re
11. 2006 Alonso si conferma fenomeno.
12. 2007 Spy story ai danni della Ferrari.
13. 2007: Raikkonen per un punto.
14. La Honda si ritira!
15. 2008 Hamilton campione al secondo tentativo.
16. Quindici anni senza Ayrton (e Ratzenberger)
17. 2009 BrawnGP toccata e fuga.
01. 2011 Vettel, ritratto di un bicampione del mondo
02. Sebastian Vettel, poker mondiale.
03. Vent'anni senza Ayrton Senna
04. Il Re è tornato.
05. Nico Rosberg, Campione e Stop
06. Lewis IV
Campioni veri?
I maghi di Monaco
Il Nuerburgring
La leggenda di Monza
La pista dei campioni
Le grandi rimonte
Primavera
Vittorie all'ultimo giro.
01. Donington '93:Senna nella leggenda.
02. 1994: La fine di Senna.
03. Vent'anni senza Ayrton Senna
07. 10 anni senza Senna.
16. 1984: Nasce una stella.
16. Quindici anni senza Ayrton (e Ratzenberger)
I maghi di Monaco
La pista dei campioni
Primavera
Senna A.

Titoli Ferrari

     
01. Due volte Ascari e una Fangio
02. Hawthorn nel 1958 Hill nel 1961
03. 1964: Surtees con fortuna.
04. 1975: Lauda dopo 11 anni.
05. 1979:Il trionfo di Scheckter
06. 2000:La fine di un'incubo
07. Anno di record per la Ferrari
08. 2001:Mai così facile.
09. 2002: Dominio assoluto.
10. 2003: Schumi, 6 leggendario!
11. 2007: Raikkonen per un punto.
     



Senna

Ayrton Senna Forever Un tributo al più grande pilota di tutti i tempi.



Salute

Yoga a Modena Yoga Olistica Modena.
Praticare Yoga a Modena.
Un luogo dove stare bene.



Tickets on-line

#Tickets on line.
Vendita biglietti per tutti i Gran Premi di Formula 1.

 


 

@Ticket on-line.
Emergenza Zimbabwe

Scrivete se avete domande o commenti

© Mario Gaiba . All rights reserved. I contenuti non originali appartengono ai legittimi proprietari.

Aggiornato il: 13-gen-2019