Formula 1 news, la storia, le news, i gran premi. Formula1News.it

@Ticket on-line

© Mario Gaiba . All rights reserved. I contenuti non originali appartengono ai legittimi proprietari.

Homepage Mappa sito Gran premi 2019 Team e Piloti 2019 Storia Albo d'oro Miti Altri anni Video Senna
Condividi

Aggiungi ai preferiti


La sorpresa Tyrrell.

Dopo un ottimo recupero nella parte finale della stagione, molti pensano che la Ferrari possa ambire ai vertici della classifica per il 1971. Anche la Ferrari stessa deve averla pensata così se è vero che tenta di ingaggiare Jackie Stewart per la stagione successiva ma questi decide di rimanere con Tyrrell. Derick Gardner ha studiato una nuova macchina appositamente per Stewart, con motore Cosworth Serie 2 ed il team è pronto ad iniziare la nuova stagione nelle vesti di casa costruttrice. Jack Brabham si è ritirato alla fine della precedente stagione e la sua squadra viene portata avanti da Ron Tauranac. I campioni in carica, la Lotus, passano uno dei loro anni "neri", poiché buona parte delle risorse disponibili vengono assorbite nel tentativo di realizzare un'auto com motore turbo veramente competitiva. La McLaren, che ha perso il proprio fondatore in un incidente avvenuto durante i test, dispone di una nuova macchina progettata da Ralph Bellamy, la McLaren M19A con Denis Hulme nel ruolo di primo pilota. La Ferrari, non riuscendo ad ingaggiare Stewart si rivolge all'americano Mario Andretti mentre la March che si sta riprendendo dalla sua prima stagione agonistica si rivolge a Robin Herd e Frank Costin. La loro macchina sfoggia un piano aerodinamico di forma ovale montato sul muso e viene ben presto denominata tavolino da tè. .La prima gara del campionato si corre in Sud Africa con Andretti che stacca Hulme e registra la sua prima vittoria in Gran Premio. La Matra si presenta alla corsa con una presa d'aria dinamica sopra il motore, caratteristica a tutt'oggi considerata uno standard. Stewart vince entrambe le gare successive in Spagna e a Monaco, mentre Ickx ottiene la vittoria durante un Gran Premio d'Olanda corso sul bagnato. Stewart torna alle sue vittorie sbaragliando gli avversari in Francia, Gran Bretagna e Germania. La serie viene infine interrotta da Jo Siffert su una BRM a Zeltweg, in Austria. Nelle retrovie della griglia di partenza, alla guida di una March, faceva il suo debutto un corridore di Formula 2 di nome Niki Lauda. Il Gran Premio di Monza ospita la lotta più serrata e ravvicinata che la storia della Formula 1 ricordi. E' forse difficile da immaginare ai giorni nostri ma il circuito di Monza era solito fare da scenografia a terribili duelli su scia dei quali questa del 1971 fu sicuramente la più grandiosae. Dalla quarta fila, la Ferrari di.Clay Regazzoni piomba al comando ma al quarto giro viene superata da Peterson, Stewart e Jo Siffert. Stewart e Peterson faranno il passo per i successivi due-tre giri. Più che una gara di Gran Premio la corsa assume i toni delle pittoresche gare americane su piste in terra battuta. Il gruppo di testa consisteva in non meno di 12 macchine, in fila l'una dietro l'altra a velocità elevata e ben presto il destino avrebbe chiesto il conto per tanta spavalderia. Entrambe le Ferrari e la Tyrrell di Stewart vanno fuori mentre Mike Hailwood, il campione di motociclismo, viene catapultato dal suo 17° posto alla partenza alla testa della gara. Chris Amon decide di fare la propria mossa e passa dal quarto al primo posto in un solo giro, quando ne mancano ancora diciotto. A sette giri dalla fine, per errore strappa la visiera dal proprio casco ed è costretto a ritirarsi. Il gruppo di testa a questo punto è costituito da quattro vetture, quelle di Peterson, Cevert, Hailwood e Gethin. Scarica il video!!!!All'imbocco dell'ultimo giro Peterson è in testa ma viene sorpassato da Cevert alla Lesmo. Peterson accetta la sfida e progetta di riprendere il comando all'altezza della Parabolica dove ha un notevole vantaggio sul francese, il personaggio che ritiene essere il suo rivale più pericoloso. Proprio nel momento in cui si trova in posizione per effettuare la manovra, scorge con la coda dell'occhio qualcosa che si avvicina. La visione risulta essere Peter Gethin che lo sorpassa sull'erba, apparentemente senza alcun controllo sulla macchina; temendo il peggio, sia. Peterson che Cevert hanno un attimo di esitazione e Gethin con tutte e quattro le ruote bloccate, in mezzo ad una coltre di fumo spaventosa, riprende il controllo sulla macchina e passa il traguardo 0,01 secondi prima di Peterson. Dalla prima alla quinta macchina, passano solamente 0,61 secondi. Il resto della stagione non vede colpi di scena poiché Stewart ed il suo compagno di squadra Cevert si accordano sulle vittorie vincendo, rispettivamente, il Gran Premio di Canada e quello degli Stati Uniti. Con sessantadue punti, Stewart vince senza intoppi con Peterson al secondo posto in una March. Nota finale di questa stagione è la morte di Jo Siffert che perde la vita durante una corsa extra campionato a Brands Hatch, che sostituisce il cancellato Gran Premio di Messico. La stagione del 1972 sembra essere destinata ad essere una copia dell'anno precedente in quanto dominata da Jackie Stewart e Tyrrell. La Ferrari dispone dell'ormai esperto Ickx, abilmente affiancato da Regazzoni e dall'americano Mario Andretti ogni qualvolta la programmazione lo consentisse. La Lotus, senza Jochen Rindt e guidata da un brasiliano venticinquenne di nome Emerson Fittipaldi non sembra candidarsi a ruoli da protagonista. Ora denominate John Player Specials in base alla marca di sigarette che le sponsorizzava, le macchine ripresentano in un'accecante livrea nero e oro. Un'altra industria del tabacco, la Phillip Morris, elargisce grandi somme alla BRM che viene così rinominata Marlboro-BRM. A differenza dei piloti gentiluomini del passato, questo sport vede l'ascesa di piloti che acquistano la propria posizione all'interno di una scuderia con finanziamenti personali. Nel caso di Niki Lauda, è proprio grazie ad un prestito ottenuto da una banca austriaca che il pilota affianca Peterson alla March. Il team Brabham viene acquistato da Bernie Ecclestone, a quei tempi ricco businessman londinese ed oggi ricchissmo business londinese! La McLaren guidata da Denis Hulme accoglie Peter Revson. Il resto della griglia consiste in un gruppo eterogeneo di squadre, una delle quali riuscirà a diventare la mondiale Williams Grand Prix, mentre le altre sono state da tempo dimenticate. Nel mezzo di una guerra dei pneumatici tra la Goodyear e la Firestone, l'utilizzo di "pneumatici qualificati " si estende a macchia d'olio. Durando solamente tre o quattro giri, infine verranno uniti al "motore qualificato." La prima gara del campionato ritorna in Argentina, Gran Premio che vede la prestazione spettacolare di un corridore locale di nome Carlos Reutemann. Alla guida di una Brabham, arriva dal nulla per guadagnare la pole position. La gara viene comunque vinta da Jackie Stewart, che riparte da dove aveva interrotto l'anno precedente. La gara successiva si svolge in Sud Africa ed anche qui Stewart è in testa ma al 45° giro ha dei problemi alla trasmissione e la gara viene vinta da Denis Hulme su McLaren. Il campionato si sposta così in Europa per il Gran Premio di Spagna, vinto da Emerson Fittipaldi. A Monaco si corre sotto un terrificante acquazzone e macchine che pattinano in ogni direzione. Jean-Pierre Beltoise, alla guida di una BRM, darà in campo una notevole lezione di guida sul bagnato, correndo la gara in testa dall'inizio alla fine ed ottenendo così la sua prima ed ultima vittoria in F1. Stewart, che soffre di una grave ulcera allo stomaco, deve rinunciare alla gara seguente, il Gran Premio di Belgio, che viene così vinto da Fittipaldi su un circuito del tutto nuovo nelle vicinanze di Nivelles. Ma all'appuntamento seguente, il GP di Francia, Stewart è di nuovo presente, e lo vince, dopo che il pilota Chris Amon, alla testa della corsa, fora una gomma. Fittipaldi arriva secondo. Alla gara seguente in Inghilterra, l'ordine d'arrivo si inverte. Fittipaldi davanti a Stewart. La Lotus, che senbrava trovarsi in una fase di transizione, comanda ora il campionato con Fittipaldi. La Ferrari dopo numerevoli delusioni, riesce finalmente a vincere al Nurburgring e lo fa alla grande, con una doppietta Ickx-Regazzoni. Fittipaldi aumenta il proprio vantaggio nel Campionato vincendo il Gran Premio d'Austria ed imponendosi anche a Monza. Stewart vince le ultime due gare della stagione ma il titolo iridato viene assegnato a Fittipaldi mentre la Lotus vince il Mondiale Costruttori. Fittipaldi diventa così il più giovane Campione del Mondo nella storia e raddoppierà il bottino due anni dopo. L'anno 1973 è contrassegnato dal ritiro di Jackie Stewart ma prima di fare questo il pilota avrebbe vinto altre cinque gare con Tyrrell e quindi il suo terzo titolo mondiale. La stagione è dominata da tre piloti - Stewart ed i compagni di squadra alla Lotus Emerson Fittipaldi e Ronnie Peterson. La Matra non corre più in Formula 1, la BRM sta "tirando gli ultimi" e la Ferrari è in tumulto. Ralph Bellamy ha lasciato la McLaren per unirsi alla Lotus e sostituire il recentemente scomparso Maurice Phillippe. Alla McLaren Gordon Coppuck progetta la cuneiforme M23 che diverrà la punta di diamante della McLaren per i successivi quattro anni. La Brabham trova un progettista proprio in Gordon Murray che diventerà il più interessante e famoso designer di tutta la Formula 1. Come tutti gli anni, spuntano una serie di squadre "Cenerentola" quali la Shadow e la Ensign. Il campionato viene subito sconvolto dal fatto che Clay Regazzoni, precedentemente pilota della Ferrari, guadagni la pole per la BRM al Gran Premio d'Argentina. Ciononostante la gara viene vinta da Fittipaldi, seguito da Cevert e Stewart della Tyrrell. Si corre per la prima volta il Gran Premio del Brasile che Fittipaldi vince. Dopo queste due corse Latino-americane il campionato si sposta in Sud Africa per ospitare il debutto della nuovissima McLaren M23. Quasi a celebrare l'avvenimento, la macchina parte in pole position sotto la guida di Denis Hulme. Sfortunatamente per la McLaren, Hulme riesce a tenere il commando solo per quattro giri, fino a che un giovane del posto di nome Jody Scheckter lo raggiunge e lo supera. Due giri dopo Scheckter viene sorpassato a sua volta da Jackie Stewart che va a vincere la gara. Fittipaldi rientra nella cerchia dei vincitori alla gara successiva in Spagna e dopo quattro gare è già in testa al Campionato con un buon vantaggio sugli altri. Sfortunatamente, questa sarebbe stata la sua ultima vittoria con la Lotus. Il Gran Premio del Belgio, corso a Zolder, vede una doppietta della Tyrrell con Stewart davanti a Cevert. Stewart vince nuovamente a Monaco, pista che vedrà il debutto di un giovane inglese di nome James Hunt in corsa per la scuderia Hesketh di Lord Hesketh. Si arriva così al Gran Premio di Svezia ad Anderstorp ed è proprio qui che Denis Hulme porta a casa la prima vittoria con la nuova McLaren. La Lotus vince la gara seguente in Francia ma questa volta si tratta del compagno di squadra di Fittipaldi, Ronnie Peterson. Il Gran Premio di Gran Bretagna, dopo una ripartenza dovuta ad una prima partenza un po' "aggrovigliata", viene vinto dal compagno di squadra di Hulme, l'americano Peter Revson. Il Campionato ha finora avuto cinque vincitori diversi, ma a Zandvoort abbiamo una doppietta della Tyrrell con Stewart vincitore di una gara, purtroppo segnata dalla morte dell'inglese Roger Williamson. Al Nurburgring la Tyrrell ottiene un'altra doppietta ma il vero avvenimento della gara è il giro record di Carlos Pace su una Surtees. Pace ripete l'operazione in Austria, nella gara vinta da Peterson. Peter Revson ottiene la sua seconda ed ultima vittoria in Canada, in condizioni atmosferiche molto avverse. Tra alcuni osservatori indipendenti si discusse a lungo se il secondo arrivato, Fittipaldi, non avesse in realtà vinto la gara. Il Gran Premio degli Stati Uniti viene vinto da Ronnie Peterson mentre Stewart conquista il suo terzo ed ultimo Titolo mondiale. I festeggiamenti della Tyrrell vengono purtroppo macchiati dalla morte del compagno di squadra di Stewart, Francois Cevert durante le prove su pista. Stewart, che aveva deciso di ritirarsi alla fine della stagione, decide di non partecipare a quella che doveva essere la sua ultima corsa. Dopo una stagione letteralmente disastrosa, la Ferrari decide di lasciare l'automobilismo sportivo e di dedicarsi completamente alla Formula 1. La Ferrari 312B, rielaborata la stagione precedente da Mauro Forghieri otterrà risultati immediati dalla rinnovata concentrazione della scuderia italiana. Clay Regazzoni torna così alla Ferrari dopo uno sfortunato anno con la BRM e porta con sé l'austriaco Niki Lauda. Molti di coloro che conoscevano Lauda solamente come pilota pagante, sono sorpresi dal fatto che la dirigenza del Cavallino Rampante lo abbia scelto, ma ben presto Niki avrebbe dimostrato a tutti di appartenere a pieno diritto ai vertici della Formula 1.

Tradotto da: www.ddavid.com.


Video del periodo.

Altre storie
Fino al 1950. 1950 - 1960. 1970 - 1980.

1990 - 2000.

1. Il primo gran premio
2. Frecce d'argento
3. Nuvolari umilia Hitler.
4. L'ultima gara di Nuvolari.

01. Nasce il mondiale di F.1
02. Una gara memorabile.
03. Ritorna la Mercedes!
04. Tragedia a Le Mans.
05. Il sacrificio di Collins
06. Arrivano gli inglesi.
07. La nuova generazione.
08. Il dominio inglese
09. L'era di Clark
10. La Brabham
11. Bandini: il più amato
12. Addio Jim!
01. 1970: un anno da ricordare.
02. La tragedia di Rindt.
03. La Lotus 72.
04. La sorpresa Tyrrell.
05. Il litigio di Fittipaldi.
06. Il dramma di Williamson
07. Riscossa Ferrari.
08. Wing-car (1)
09. Wing-car (2)
10. La febbre Villeneuve.
11. Il turbo.
12. Ricordo di Depailler.
13. La corsa dei campioni.
14. Gilles: l'ultimo mito.
15. Elio de Angelis.
16. 1984: Nasce una stella.
01. Donington '93:Senna nella leggenda.
02. 1994: La fine di Senna.
03. L'ultima di Berger
04. Tragedia a Monza.
05. Cooper e Hayes.

2000 - 2010

2010 - 2020

Varie.

Speciale Senna.

01. 2001 e i record di Schumacher.
02. 2001: L'ultima di Hakkinen.
03. 2002: Dominio assoluto.
04. La fine dell' Arrows.
05.Schumi, 6 leggendario!
06. Biografia di un campione.
07. 10 anni senza Senna.
08. Minardi.
09. 2005 Alonso nuovo fenomeno.
10. 2006 Schumacher 16 anni da Re
11. 2006 Alonso si conferma fenomeno.
12. 2007 Spy story ai danni della Ferrari.
13. 2007: Raikkonen per un punto.
14. La Honda si ritira!
15. 2008 Hamilton campione al secondo tentativo.
16. Quindici anni senza Ayrton (e Ratzenberger)
17. 2009 BrawnGP toccata e fuga.
01. 2011 Vettel, ritratto di un bicampione del mondo
02. Sebastian Vettel, poker mondiale.
03. Vent'anni senza Ayrton Senna
04. Il Re è tornato.
05. Nico Rosberg, Campione e Stop
06. Lewis IV
Campioni veri?
I maghi di Monaco
Il Nuerburgring
La leggenda di Monza
La pista dei campioni
Le grandi rimonte
Primavera
Vittorie all'ultimo giro.
01. Donington '93:Senna nella leggenda.
02. 1994: La fine di Senna.
03. Vent'anni senza Ayrton Senna
07. 10 anni senza Senna.
16. 1984: Nasce una stella.
16. Quindici anni senza Ayrton (e Ratzenberger)
I maghi di Monaco
La pista dei campioni
Primavera
Senna A.

Titoli Ferrari

     
01. Due volte Ascari e una Fangio
02. Hawthorn nel 1958 Hill nel 1961
03. 1964: Surtees con fortuna.
04. 1975: Lauda dopo 11 anni.
05. 1979:Il trionfo di Scheckter
06. 2000:La fine di un'incubo
07. Anno di record per la Ferrari
08. 2001:Mai così facile.
09. 2002: Dominio assoluto.
10. 2003: Schumi, 6 leggendario!
11. 2007: Raikkonen per un punto.
     


Senna

Ayrton Senna Forever Un tributo al più grande pilota di tutti i tempi.



Salute

Yoga a Modena Yoga Olistica Modena.
Praticare Yoga a Modena.
Un luogo dove stare bene.



Tickets on-line

#Tickets on line.
Vendita biglietti per tutti i Gran Premi di Formula 1.

 


 

@Ticket on-line.
Emergenza Zimbabwe

Scrivete se avete domande o commenti

© Mario Gaiba . All rights reserved. I contenuti non originali appartengono ai legittimi proprietari.

Aggiornato il: 13-gen-2019