Condividi

Aggiungi ai preferiti


GRAN PREMIO DI AZERBAIJAN

29 aprile 2018


Circuito Baku
km 6,003

I PRIMATI:
In prova:
Lewis Hamilton (2017, Mercedes W08)
in 1'40"593 alla media di 214.834 Km/h.
In gara:
Sebastian Vettel (2017, Ferrari SF70-H)
in 1'43"441 alla media di 208.919 Km/h.

Sulla distanza:
Nico Rosberg (2016, Mercedes W07)
51 giri pari a km 306.049 in 1h32'52"366
alla media di 197.721 Km/h.

Albo d'oro del Gran Premio.
Tempi della prove libere.
IL COMMENTO AL GRAN PREMIO

Hamilton regala la prima vittoria stagionale alla Mercedes nel GP d'Azerbaijan dopo una gara rocambolesca. L'inglese, che sembrava condannato a una bruciante sconfitta, si ritrova in testa alla classifica piloti con un punto di vantaggio su Sebastian Vettel, festeggiando la 63esima affermazione in F1.

Tre vincitori su quattro gare: questo mondiale è imprevedibile perché i colpi di scena si susseguono per effetto delle safety car che distribuiscono i jolly del mazzo un po' a casaccio, senza tenere conto dei valori che si sono visti in pista.

I dominatori della corsa sono stati Valtteri Bottas e Sebastian Vettel.
Il pilota del cavallino ha effettuato un GP perfetto senza la minina sbavatura, ma ha cercato un attacco impossibile alla prima curva, dopo la safety car, ed è andato lungo facendosi superare dalle Mercedes.

Valtteri, invece, al penultimo passaggio è passato su un detrito delle Red Bull e ha forato la posteriore destra in piena velocità: la gomma si è stallonata e a Bottas non è rimasto che parcheggiare la sua W09 in una via di fuga. Al biondino della Mercedes resta solo la soddisfazione del giro veloce: magra consolazione per chi stava per salire sul gradino più alto del podio.

A scatenare il caos finale è stato Max Verstappen che ha deciso la corsa al 39esimo giro quando sul rettilineo di partenza ha cambiato più volte la traiettoria davanti a Daniel Ricciardo che lo stava attaccando con l'ala mobile aperta.

Quando l'australiano era già in frenata, Max si è spostato a sinistra e la Red Bull di Daniel si è incuneata nel retrotreno di quella dell'olandese. E' stato harakiri fra i "bibitari" che si erano già dati delle ruotate in precedenza, con sempre Verstappen nel ruolo del discolo. Ricciardo era anche riuscito a passare Max in pista, ma se lo è ritrovato davanti dopo il pit stop a 37esimo giro. Un incubo per l'australiano furioso con il turbolento compagno di squadra. I due sono, ovviamente, sotto investigazione, ma questa volta l'olandese merita una punizione severa perché non ha il minimo senso del pericolo.

Lewis Hamilton ha quindi vinto la gara più anonima della carriera ma che servirà a risollevargli il morale ormai sotto i piedi dopo le prime tre gare.

 
GRIGLIA DI PARTENZA
Prima Fila Q3
Sebastian Vettel
Ferrari SF71-H
1'41"498
212.918 Km/h
 
  Lewis Hamilton
Mercedes W09
1'41"677
Seconda Fila Q3
Valtteri Bottas
Mercedes W09
1'41"837
 
  Daniel Ricciardo
Red Bull RB14 - Tag Heuer
1'41"911
Terza Fila Q3
Max Verstappen
Red Bull RB14 - Tag Heuer
1'41"994
 
  Kimi Raikkonen
Ferrari SF71-H
1'42"490
Quarta fila Q3
Esteban Ocon
Force India VJM11 - Mercedes
1'42"523
 
  Sergio Perez
Force India VJM11 - Mercedes
1'42"547
Quinta Fila Q3
Carlos Sainz
Renault RS18
 1'43"351
 
  Lance Stroll
Williams FW41 - Mercedes
1'43"585
Sesta Fila Q2
Sergey Sirotkin
Williams FW41 - Mercedes
1'43"886
 
  Fernando Alonso
McLaren MCL33 - Renault
1'44"019
Settima Fila Q2
Charles Leclerc
Sauber C37 - Ferrari
1'44"074
 
  Nico Hulkenberg
Renault RS18
1'43"066 (-5 Pos.)
Ottava Fila Q2 Ottava Fila Q1
Kevin Magnussen
Haas VF-18 - Ferrari
 1'44"759
 
  Stoffel Vandoorne
McLaren MCL33 - Renault
 1'44"489
Nona Fila Q1
Pierre Gasly
Toro Rosso Str14 - Honda
1'44"496
 
  Marcus Ericsson
Sauber C37 - Ferrari
1'45"541
Decima Fila Q1
Brendon Hartley
Toro Rosso Str14 - Honda
1'57"354
 
  Romain Grosjean
Haas VF-18 - Ferrari
S.T.
 
LA CLASSIFICA FINALE
PILOTA VETTURA GIRI TEMPO MEDIA DISTACCO
1. L. Hamilton Mercedes W09 51

1h43'44"291

177.012 Km/h

 
2. K. Raikkonen Ferrari SF71-H 51     2"460
3. S. Perez Force India VJM11-Mercedes 51     4"024
4. S. Vettel Ferrari SF71-H 51     5"329
5. C. Sainz Renault RS18 51     7"515
6. C. Leclerc Sauber C37-Ferrari 51     9"158
7. F. Alonso McLaren MCL33-Renault 51     10"931
8. L. Stroll Williams FW41-Mercedes 51     12"546
9. S. Vandoorne McLaren MCL33-Renault 51     14"152
10. B. Hartley Toro Rosso STR13-Renault 51     18"030
11. M. Ericsson Sauber C37- Ferrari 51     18"512
12. P. Gasly Toro Rosso STR13-Renault 51     24"720
13. K. Magnussen Haas VF-18-Ferrari 51     40"663
14. V. Bottas Mercedes W09 48     3 Giri
             
RITIRATI  
PILOTA VETTURA GIRI CAUSA

R. Grosjean Haas VF-18-Ferrari 41 Incidente
M. Verstappen Red Bull RB14-Tag Heuer 39 Incidente
D. Ricciardo Red Bull RB14-Tag Heuer 39 Incidente
N. Hulkenberg Renault RS18 10 Incidente
E. Ocon Force India VJM11-Mercedes 0 Incidente
S. Sirotkin Williams FW41-Mercedes 0 Incidente

 

I TEMPI

_

Sul giro in prova:
Sebastian Vettel (Ferrari SF71-H)
in 1'41"498 alla media di 212.918 Km/h.

 

Sul giro in gara:
Valtteri Bottas (Mercedes W08)
in 1'45"149 alla media di 205.525 Km/h.

Sulla distanza:
Lewis Hamilton (Mercedes W09)
51 giri pari a km 306.049 in 1h43'44"291
alla media di 177.012 Km/h.

LE CLASSIFICHE MONDIALI

PILOTI
1. L. Hamilton 70
2. S. Vettel 66
3. K. Raikkonen 48
4. V. Bottas 40
5. D. Ricciardo 37
6. F. Alonso 28
7. N. Hulkenberg 22
8. M. Verstappen 18
9. S. Perez 15
10. C. Sainz 13
11. P. Gasly 12
12. K. Magnussen 11
13. S. Vandoorne 8
14. C. Leclerc 8
15. L. Stroll 4
16. M. Ericsson 2
17. E. Ocon 1
18. B. Hartley 1
19. R. Grosjean  
20. S. Sirotkin  

 

COSTRUTTORI
1. Ferrari 114
2. Mercedes 110
3. Red Bull 55
4. McLaren 36
5. Renault 35
6. Force India 16
7. Toro Rosso 13
8. Haas 11
9. Sauber 10
10. Williams 4
Calendario

 


Aggiornato il:
 06-mag-2018