Formula 1 news, la storia, le news, i gran premi. Formula1News.it

@Ticket on-line

© Mario Gaiba . All rights reserved. I contenuti non originali appartengono ai legittimi proprietari.

Homepage Mappa sito Gran premi 2018 Team e Piloti 2018 Storia Albo d'oro Miti Altri anni Video Senna
Condividi

Aggiungi ai preferiti




Personaggi:

Andretti M.
Ascari A.
Clark J.
Fangio J.M.
Ferrari E.
Hill G.
Lauda N.
Lotus
Mansell N.
Moss S.
Patrese R.
Peterson R.
Piquet N.
Prost A.
Rindt J.
Schumacher M.
Senna A.
Stewart J.
Villeneuve G.
Williams F.

Team storici:

Alfa Romeo
B.R.M.
Brabham
Tyrrell

 

partecipò, tra il 1965 e il 1973, a 99 Gran Premi di Formula 1, partì 17 volte in pole position, vinse 27 gare e divenne tre volte Campione del Mondo: nel 1969 su Matra­Ford, nel 1971 e nel 1973 su Tyrrell-Ford.
Nato nel 1939 in Scozia, a Durnbuck, fece il benzinaio nel garage di suo padre, e divenne tecnico specializzato in motori frequentando corsi serali. Vinse quattro campionati di tiro al piattello. Nel 1961 partecipò alla sua prima gara con una vettura sportiva Marcos. Nel 1962 si ritirò dal tiro al piattello, nel 1963, uscito di casa alla chetichella, corse con lo pseudonimo "A. N. Other” per la scuderia scozzese Ecurie-Ecosse. Nella maggior parte dei casi vinceva. Quando Ken Tyrrell gli offrì un posto in Formula 3, rifiutò un contratto quinquennale di 3.000 sterline, stipulando, con una stretta di mano, un contratto annuale. Nel 1964 vinse 12 gare su 53. Nel 1965, passato con la BRM in Formula 1, vinse il suo primo Gran Premio, a Monza. Nel 1966 a Spa un acquazzone lo spazzò via dalla pista. Rimase incastrato nel cockpit della BRM: i serbatoi scoppiarono. Graham hill, anche lui sul bordo della pista, lo liberò da quella situazione.La frattura alla clavicola guarì più rapidamente dei ricordi. Il risultato fu uno Stewart più maturo che, divenuto ancora più veloce grazie all’autocritica, intraprese una crociata per una maggiore sicurezza nello sport automobilistico.
Preparing to do battlePer Stewart l’amico Jochen Rindt non solo era l’avversario più  duro, ma anche un compagno di lotta per la sicurezza. Stewart dichiarò al Nurhurgring: "Cos’è cambiato qui dai tempi di Caracciola? Niente, solo gli alberi sono diventati più fitti. Spariamo gli uomini sulla luna e li riportiamo a casa sani e salvi. Perché i piloti devono morire subito?”.
Subito dopo l’incidente mortale di Rindt, nel 1970 a Monza, Jackie corse il suo giro di prova più veloce: “Ken Tyrrell mi disse: escine subito, ed aveva ragione. Al rientro da quel giro, qualcuno mi diede una bottiglia di Coca Cola, la scagliai contro un muro e mi fu chiaro come tutto quanto non avesse alcun senso...
Stewart fu il primo pilota che si fece commercializzare dall’agenzia di professionisti McCormack. Si ritirò nel 1973. Tornò in Formula 1 nel 1997 con una propria scuderia.

 


I numeri della sua carriera


Senna

Ayrton Senna Forever Un tributo al più grande pilota di tutti i tempi.



Salute

Yoga a Modena Yoga Olistica Modena.
Praticare Yoga a Modena.
Un luogo dove stare bene.



Tickets on-line

#Tickets on line.
Vendita biglietti per tutti i Gran Premi di Formula 1.

 


 

@Ticket on-line.
Emergenza Zimbabwe

Scrivete se avete domande o commenti

© Mario Gaiba . All rights reserved. I contenuti non originali appartengono ai legittimi proprietari.

Aggiornato il: 31-gen-2018